Terrore a Nizza
8:35 pm, 19 Luglio 16 calendario

Sei le vittime italiane dell’attentato a Nizza

Di: Redazione Metronews
condividi

FRANCIA L’Italia è stata duramente colpita dall’attentato di giovedì scorso a Nizza. Al termine delle operazioni di identificazione degli 84 morti, sono 6 i nostri connazionali vittime della furia omicida di Mohamed Lahouaiej Bouhlel, il 31enne tunisino che ha seminato morte lanciandosi con un Tir contro la folla sul lungomare di Nizza. Questo l’elenco ufficializzato dalla Farnesina: Carla Gaveglio, 47 anni, di Piasco (Cuneo); Maria Grazia Ascoli, 79enne di Milano; Angelo d’Agostino, 71 anni e Gianna Muset, 69, coppia di Voghera (Pavia). A cui si aggiungono Mario Casati, 90enne marito di Maria Grazia residente a Milano e il 20enne universitario italo-americano Nicolas Leslie di madre italiana, nato a Milano e residente in California. Tra i 70 feriti ricoverati sono 19 le persone in lotta con la morte.
L’appello del premier Renzi
«Il terrorismo vorrebbe costringere ciascuno di noi in una bolla di inquietudine. La risposta di tutto il Paese deve essere forte. Il modo migliore per ricordare le vittime del jihadismo è quello di vivere con ancora più intensità». Così il premier Matteo Renzi. «L’Europa sta pagando un prezzo molto alto in questa escalation del terrore globale – ha detto il presidente Mattarella – piangendo i nostri morti ribadiamo con forza che la violenza oscurantista del fondamentalismo di matrice islamica, come ogni forma di terrorismo, non ci piega». Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha voluto rinnovare «l’appello alle comunità islamiche fatto dopo la strage di Dacca: terrorismo e islam non sono la stessa cosa ma sono le comunità islamiche nel nostro Paese che devono aiutare a farlo capire».
Arresti e allarmi in Francia
In Francia intanto resta alta la minaccia terroristica. A Boissy Saint Leger è stato arrestato un 23enne conosciuto dai servizi per la sua radicalizzazione. In casa l’uomo aveva degli esplosivi (due candelotti di dinamite, cavi e detonatori), mentre sul cellulare c’era l’immagine di una bandiera Isis. L’uomo lavorava come tassista privato Ncc. Il presidente Hollande non esclude di prorogare fino a sei mesi lo stato di emergenza già in vigore in Francia dopo gli attentati terroristici del 13 novembre a Parigi. Ultimo allarme a Bollene, circa 25 km a nord di Avignone, per uno squilibrato che si è barricato armato in un albergo.
METRO

19 Luglio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo