caivano
8:57 pm, 18 Maggio 16 calendario

Fortuna, le bambine confermano le accuse

Di: Redazione Metronews
condividi

NAPOLI Circondate da giocattoli, in una stanza con le pareti colorate. Così le tre figlie di Marianna Fabozzi, compagna del presunto omicida di Fortuna Loffredo e sorelline di Antonio Giglio, il bimbo di 4 anni morto un anno prima di Fortuna in circostanze analoghe, hanno trascorso il pomeriggio di mercoledì nel Tribunale di Napoli Nord, ad Aversa (Caserta). È iniziato così l’incidente probatorio nel quale le tre bambine vengono ascoltate dal gip con l’aiuto di una psicologa: a parlare è stata la più grande delle tre sorelline, la stessa che ha impresso una svolta decisiva alle indagini cambiando la versione dei fatti di quel 24 giugno 2014, quando Fortuna cadde dal palazzo e morì, spiegando che fu Raimondo Caputo a buttarla giù dall’ottavo piano.
Saranno sentite ancora
Una versione che ha spinto i pm a richiedere al gip la custodia cautelare in carcere per Caputo. La bambina ha confermato la sua versione, stimolata dalle domande della psicologa. Ci sarebbe stato anche il tempo di sentire la seconda sorellina, ma quest’ultima si è mostrata stanca e si è preferito rimandare a giovedì quando dovrebbe essere sentita anche la più piccola. Tutte e tre, durante le indagini, hanno confermato di aver subito violenze da Caputo.
METRO

18 Maggio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA