MONEY MONSTER / CANNES
7:32 pm, 12 Maggio 16 calendario

Foster, Roberts e Clooney contro il “mostro denaro”

Di: Redazione Metronews
condividi

FESTIVAL Ancora il denaro che uccide. Il denaro che si insinua nelle vite dei piccoli risparmiatori e delle grandi star e che, se fa prigionieri, quelli che si salvano sono sempre i soliti abituati a maneggiare fiumi di soldi, mentre tutti gli altri restano le ferite da leccarsi e, magari, qualche pallottola.
È la storia di “Money Monster”, film di Jodie Foster presentato giovedì a Cannes (fuori concorso), un thriller dal ritmo scatenato e mano arrabbiata. Interpreti sono un George Clooney, star tv con molte colpe che conduce un programma finanziario tra balletti e  videoclip, e Julia Roberts, regista insoddisfatta in una situazione in cui si gioca con la vita e la morte.
E la Foster, che festeggia a Cannes  anche un po’ i 40 anni della Palma d’Oro a “Taxi Driver” dove recitò  giovanissima, alla conferenza stampa dice chiaro: «Con questo film continuo a fare quello che ho sempre fatto: interessarmi a cose e persone che mi stanno intorno. Non è solo un thriller adrenalinico, parlo di ciò che è reale con al centro personaggi che falliscono e che cercano delle risposte».
E le fa eco Clooney: «La realtà del mondo del denaro è ormai fuori controllo e, quando le cose vanno male, non si capisce esattamente cosa sia successo, come mostriamo bene nel film. La certezza è che a pagarne le conseguenze è la gente comune».
La certezza è anche che la Roberts si è divertita «nel cercare di sorprendere e nel rendere George ridicolo». Ma è una situazione che si incastra alla perfezione nell’era del ridicolo Donald Trump? «Sì, l’era di Trump è un presente in cui ci informa troppo poco, i media danno sempre le stesse notizie e un grosso problema viene affrontato in trenta secondi» chiosa Clooney. SILVIA DI PAOLA

12 Maggio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA