GIULIO REGENI
9:26 pm, 5 Aprile 16 calendario

Regeni, Italia a muso duro Irritazione al Cairo

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA In attesa dell’arrivo a Roma degli inquirenti egiziani, chiamati a fare il punto con gli investigatori italiani sulle indagini di Giulio Regeni, sale la tensione tra Italia ed Egitto. Le dichiarazioni del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, ieri in Senato, «complicano la situazione». Lo ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri egiziano. In un nota,  Ahmed Abu Zeid sottolinea che «considerando le relazioni profonde tra Egitto e Italia, e visto il coordinamento tra le parti sull’iniziativa degli investigatori e la visita del procuratore generale italiano in Egitto, a metà del mese scorso, e la conferma fatta  da parte egiziana circa l’impegno ad una piena cooperazione, noi ci asteniamo di commentare queste dichiarazioni che complicano ancora di più la situazione in quanto arrivano un giorno prima dell’arrivo di una equipe di investigatori egiziani in Italia». Cosa aveva detto Gentiloni? «L’Italia pretende la verità» dall’Egitto. E poi: «Se non ci sarà un cambio di marcia, il governo è pronto a reagire adottando misure immediate e proporzionate». «Il dossier inviato in Italia a marzo dagli investigatori egiziani era carente». Ma Al Sisi tende una mano e ribadisce «piena collaborazione» con l’Italia.
METRO

5 Aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo