Turchia
10:03 pm, 21 Marzo 16 calendario

Giovane milanese arrestata in Turchia

Di: Redazione Metronews
condividi

TURCHIA Una ragazza in gamba ma giovane e un po’ «incosciente che parla troppo». Così si esprime Marco Lanzavecchia a proposito della figlia Giovanna, fermata in Turchia con l’ accusa di sostegno al PKK, considerata da Ankara organizzazione terroristica. La ragazza, 22 anni, milanese, laureata in biotecnologie, alpinista,«è detenuta in condizioni umane in un centro per stranieri, col privilegio di stare da sola», racconta il padre, che elogia il supporto ricevuto finora: «Il consolato italiano nella persona della signora Lepore è stato professionale e di supporto. E per quello che conosco la legge turca e la suscettibilità dei medesimi su questi temi… le autorità turche si mostrano molto comprensive». Secondo il padre, la giovane – che ama viaggiare da sola e sa cavarsela – era lì per turismo. Mentre la polizia turca che ha prelevato la ragazza nell’ambito di un’operazione a Fatih, la accusa di fiancheggiare il Pkk a causa delle foto, postate su Facebook, che la ritraggono con la bandiera del Pkk. Per lei è scattato l’ordine di rimpatrio, con l’interdizione a rientrare in Turchia per 5 anni.«Non sappiamo quando tornerà», conclude il padre.    
METRO

21 Marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo