Primarie Usa 2016
1:27 pm, 1 Marzo 16 calendario

Il Super Martedì Gara tra Trump e Clinton

Di: Redazione Metronews
condividi

Il Super Martedì è il giorno più importante nelle primarie presidenziali.  Il1 marzo vede 13 stati al voto. Gli esperti prevedono che il repubblicano Donald Trump e la democratica Hillary Clinton vinceranno, dopo diverse grandi vittorie ai caucus precedenti. Jack A. Goldstone, del Woodrow Wilson Center, di Washington, ci spiega l’importanza di questa giornata e cosa aspettarci.
Perché è il Super Martedì è così importante?
Il  “Super Martedì” ha il più grande gruppo di stati che tengono le primarie nello stesso giorno. Se un candidato conquista un forte vittoria in molti di questi Stati, può essere decisivo.
Cosa ci aspettiamo?
La maggior parte delle persone si aspettano che il Super Martedì mostrerà che Hillary Clinton è imbattibile per la nomination democratica alla presidenza. Sul versante repubblicano, Donald Trump è leader in tutti gli stati tranne in Texas. Se questi sondaggi sono accurati sarà lui il favorito per diventare il candidato repubblicano.
Chi sono i potenziali vincitori e vinti?
Il più grande vincitore potenziale è Trump, che può disperdere i suoi avversari e rivendicare una posizione dominante con una forte vittoria. Il più grande perdente è Bernie Sanders, che potrebbe essere spinto fuori gara dopo la sua brutta sconfitta in South Carolina.
Kasich, uno dei candidati repubblicani  ha predetto  che Trump oggi vincerà in tutti gli stati. Possibile?
Non in tutti, perché il Texas è lo stato di residenza del senatore Ted Cruz. Ma in tutti gli altri sì.
Potrebbero emergere alcuni nuovi candidati?
Difficile. Michael Bloomberg, il sindaco di New York che ha minacciato di entrare in gara, non lo farà, se Hillary Clinton sembra chiaramente favorita per essere il candidato democratico.
Chi si aspetta che abbandoni la gara?
Nessuno. Marco Rubio sarà ancora cercando di essere l’alternativa dell’establishment a Trump; John Kasich spera di guadagnare la statura per diventare un candidato alla vicepresidenza, e Sanders e Carson continueranno perché sono testardi. Cruz continuerà se vince in Texas e si piazza secondo in altri stati del sud. Ma in realtà, se Trump e Clinton vinceranno la maggior parte degli Stati il ​​1 ° marzo, gli altri candidati saranno fuori gioco.
Chi sta per avere il giorno più duro?
Sarà particolarmente difficile per Cruz, che avevano creduto che sarebbe stato il candidato capace di sconfiggere Trump.
E’ l’ultima possibilità per Sanders per competere contro la Clinton?
Sanders non ha mai avuto una buona chance contro Clinton – la sua campagna dipendeva dal fatto che  lei facesse  passi falsi. Sanders non ha abbastanza sostegno tra le minoranze o i bianchi della classe operaia per vincere nella maggior parte degli stati.
Cosa si aspetta?
Se tutto va come i sondaggi indicano, dopo  il Super Martedì sarà tutto finito, a parte la gara per il vicepresidente. Il competizione in autunno  si preannuncia Trump contro Clinton.
DMITRY BELYAEV, Metro World News

1 Marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo