DROGA TRA GLI STUDENTI
11:08 pm, 17 Febbraio 16 calendario

Spinelli elettronici nello spaccio a scuola

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO C’è anche quello che è stato ribattezzato “lo spinello 2,0”, una sorta di sigaretta elettronica modificata per fumare marijuana, tra il materiale sequestrato dai carabinieri nel corso di un’operazione contro lo spaccio di droga all’interno dell’istituto alberghiero Colombatto di Torino, e che ha portato all’esecuzione di sette misure restrittive nei confronti di altrettanti adolescenti, sei dei quali studenti dell’istituto, e alla denuncia di altre dieci ragazzi.
L’indagine è partita dalla denuncia della preside, che un giorno si è ritrovata tra le mani una bustina di marijuana che un giovane studente del primo anno sventolava in classe vantandosi dell’acquisto.
Secondo quando ricostruito dai carabinieri, che hanno installato delle telecamere nascoste, lo spaccio avveniva nel cortile della scuola. Ma gli studenti avevano organizzato anche un’attività di smercio fuori dall’istituto, alla stazione ferroviaria, e a Vaie, paese della Val Susa dove la maggior parte di loro viveva.
Le ordinazioni avvenivano per telefono e la droga veniva chiamata in codice «maglie», «favore», «caffè» in base alle dosi desiderate. A casa di uno studente è stata ritrovata anche una serra artigianale ricavata all’interno di un armadio. «Quello che ci ha colpito è la tranquillità con cui i ragazzi hanno continuato a spacciare nonostante i nostri controlli a scuola. Serpeggiava un gran senso d’impunità», hanno spiegato i carabinieri che hanno lavorato in collaborazione con la procura dei minori.
REBECCA ANVERSA

17 Febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA