atletica
9:41 pm, 14 Gennaio 16 calendario

Dopo il doping, corruzione Nuova bufera sull’atletica

Di: Redazione Metronews
condividi

DOPING Lamine Diack, ex presidente della Iaaf, la Federazione Internazionale di Atletica, era responsabile dell’organizzazione e ha consentito la cospirazione e la corruzione all’interno della Federazione. Lo ha detto la Wada, la commissione indipendente dell’Agenzia mondiale antidoping, rendendo nota la seconda parte della sua relazione. La prima, rilasciata a novembre, aveva portato alla sospensione della Russia per le accuse di doping di Stato. Diack,  sostituito da Sebastian Coe come presidente, è sotto inchiesta  della polizia francese per corruzione ed è stato  criticato dalla relazione. Secondo il rapporto, il processo di governance della Iaaf non è stato sufficiente a prevenire la corruzione e sono mancati i controlli e gli equilibri di buon governo. Il ministro dello Sport Vitaly Mutko ha detto che la Russia sostiene tutte le conclusioni e le decisioni contenute nel rapporto della Commissione Antidoping Mondiale (Wada). Lo riporta l’agenzia russa Tass. Il ministro ha aggiunto che la Russia è consapevole della sua parte di responsabilità nello scandalo doping che ha travolto l’atletica mondiale.
METRO

14 Gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo