Migranti
8:25 pm, 12 Gennaio 16 calendario

Profughi nei campi il progetto della Francia

Di: Redazione Metronews
condividi

FRANCIA La Francia sta pianificando di trasferire migliaia di migranti in campi di lungo termine nel nord del Paese. Le condizioni negli attuali accampamenti di Calais e Dunquerque sono divenute “inumane” a causa delle intense piogge. Pierre Henry, direttore di France terre d’asile, spiega a metro se i nuovi campi semipermanenti possano essere una soluzione per i migranti. 
Qual è l’attuale situazione nei campi francesi?
Nella regione di Calais sono al di sotto degli standard del resto del mondo. Ci sono tende non equipaggiate per le piogge fredde e senza sufficienti sanitari. 
Il nuovo campo semipermanente di Grande-Synthe rappresenta un significativo miglioramento?
Sarà ovviamente meglio dell’attuale situazione, in cui le politiche migratorie sono a un punto morto. Dobbiamo permettere alle persone di vivere dignitosamente. È anche importante che chi ha richiesto asilo sia messo in condizione di accedere ai centri appositi, cosa che ora non accade.
I nuovi campi di lungo-termine sono una soluzione? 
Sono solo una soluzione a breve o medio termine. Un Paese come la Francia non può accettare di ospitare i migranti in dei campi. Quel che accade a Calais non è una novità: è il risultato di una relazione sbilanciata fra Gran Bretagna e Francia con Londra che sta esternalizzando la sua politica sulle migrazioni in territorio francese. Possiamo solo sperare nelle pressioni della società civile. 
Cosa ci dobbiamo aspettare?
Certamente non una riduzione del flusso dei migranti dalle aree di guerra e di violazione dei diritti umani.
DMITRY BELYAEV
Metro World News

12 Gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo