Eurocup
10:26 pm, 12 Gennaio 16 calendario

L’EA7 è travolgente Salonicco travolta 95-54

Di: Redazione Metronews
condividi

BASKET L’EA7 Emporio Armani Milano si presenta in versione schiacciasassi tra le mura amiche e strapazza l’Aris Salonicco, nella seconda giornata delle Last 32 di Eurocup, 95-54. I biancorossi portano sei giocatori in doppia cifra e il miglior marcatore è Milan Macvan con 16 punti e 4 rimbalzi. Non bastano ai greci i 12 punti di Dominic Waters. L’avvio di partita, però, è blando. I primi canestri dell’Olimpia sono due liberi dopo 2’1” proprio di Macvan, lesto a replicare con altri 6 punti poco dopo. Con l’Aris che s’infila nell’area biancorossa senza problemi e affonda tre schiacciate quasi in fila. Ma poco dopo 5 punti di Krunoslav Simon e altri 2 di Gentile costruiscono il primo strappo della partita. Risultato, i padroni di casa conducono 15-11 a 2’53” dalla fine del primo quarto, che si chiude con l’EA7 Emporio Armani avanti di 7 (24-17) grazie ad un Jamel McLean da 4 punti e 4 rimbalzi in poco meno di 4′.
Avvio di secondo periodo choc per i greci con un parziale subito di 20-0. L’EA7 Emporio Armani, che distribuisce i punti tra i suoi (5 anche del poco impiegato Cerella), vola a +27. La squadra di coach Jasmin Repesa stringe le maglie della difesa, fa perdere 7 palloni e alza i giri del motore, mentre gli ospiti sembrano aver perso la bussola. Una tripla di Jerel McNeal ferma il ciclone milanese sul 44-20 a 4’45” dall’intervallo lungo.
Ma è un fuoco di paglia, perché l’Olimpia non si ferma e chiude i primi due periodi in vantaggio di 30 (57-27). Nella ripresa la musica non cambia: i padroni di casa tengono alta la concentrazione e i greci riescono a ridurre solo di 1 punto il divario. Il terzo periodo si chiude, infatti, sul 71-42. Nell’ultimo quarto la pioggia di canestri non si placa e il tabellone del Forum al gong recita 95-54.
L’Olimpia porta così a casa la prima vittoria della sua Eurocup e la curva urla: “Vi vogliamo così”. Una disfatta, invece, per l’Aris Salonicco, al primo ko nelle Last 32.
LA PRESSE

12 Gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA