Adesso
7:11 pm, 26 Novembre 15 calendario

Emma Adesso è diventata grande

Di: Redazione Metronews
condividi

MUSICA «È l’istantanea di come sono oggi». Così Emma descrive il suo nuovo cd, “Adesso”, che venerdì presenterà al Mondadori Store di piazza Duomo a Milano e sabato al centro commerciale Porta di Roma a Roma. Un lavoro moderno ed eclettico, fra pop ed elettronica, con autori come Giuliano Sangiorgi, Caccamo, Amara e Zibba.
Com’è l’Emma di “Adesso”?
Più consapevole. E, quindi, più serena e audace. Mi sono liberata da certe ansie e dai giudizi degli altri: a volte s’è parlato più del mio privato che della mia musica. A 31 anni mi prendo il diritto di coccolare il mio disco come un figlio. E di difendere l’arte.
È l’album della maturità?
Ho ancora tanto da imparare, però qui mi sono esposta molto. Ho scritto, prodotto, scelto il team giusto. Durante le registrazioni ho ritrovato l’emozione di quando, da ragazzina, mi esibivo con mio padre.
In “Io di te non ho paura” parla della violenza sulle donne…
Nasce da un fatto autobiografico. Ho assistito alla scena di un uomo che picchiava selvaggiamente la moglie: sono intervenuta e ho portato in salvo lei e la figlia. So che, alla fine, l’ha lasciato e ne sono felice. È un tema che voglio sviluppare nel tempo.
“Per questo paese”, invece, è dedicata all’Italia.
Vedo le cose negative, ho scritto anche una strofa contro l’omofobia. Però non bisogna dimenticare il buono che c’è nel nostro Paese. È un inno a cambiare le cose, partendo da noi stessi.
Cosa c’è nel suo futuro?
Non faccio progetti a lunga scadenza, vivo il presente. Preparerò il tour del settembre 2016, sei date fra Milano, Roma e Bari. E voglio farlo bene. Poi me ne andrò per un po’ di tempo a Londra. Per studiare ed imparare. DIEGO PERUGINI

26 Novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA