Sicurezza
8:01 pm, 3 Novembre 15 calendario

Sulle strade italiane 9 morti al giorno

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA È una strage quotidiana quella che si consuma sulle strade italiane, dove si registra una battuta d’arresto nella riduzione delle vittime; mentre rallenta ma non si ferma il calo degli incidenti e dei feriti. Nel 2014 rispetto al 2013 il numero dei morti sulle strade è diminuito dello 0,6% a fronte di una flessione del 2,5% dei sinistri e del 2,7% dei feriti. In totale nel 2014 si sono registrati in Italia 177.031 incidenti stradali con lesioni a persone (181.660 nel 2013), che hanno causato 3.381 decessi (3.401 nel 2013) e 251.147 feriti (258.093 nel 2013).
Un costo di 18 miliardi di euro
In media, nel 2014, ogni giorno si sono verificati 485 incidenti, sono morte 9 persone e ne sono rimaste ferite 688. Il costo dei sinistri stradali ammonta nel 2014 a circa 18 miliardi di euro (stima su parametri Mit 2010). È il quadro che emerge dall’ultimo Rapporto Aci-Istat. E la situazione italiana trova pieno riscontro a livello europeo: il calo delle vittime nella UE28 si è infatti attestato tra 2014 e 2013 su una media del -0,5%. A pesare sul dato italiano è soprattutto l’incremento della mortalità stradale all’interno dei centri urbani (+5,4%), dove si concentrano il 75,5% degli incidenti e il 44,5% dei morti.  Ben 578 i pedoni uccisi sulle strade italiane nel 2014 (numero che torna a crescere con un +4,9% rispetto al 2013). Aumentano anche i ciclisti uccisi (sono 273, +8,8% rispetto al 2013).
METRO

3 Novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo