TORINO GREEN
9:51 pm, 1 Novembre 15 calendario

In città arrivano 2.000 nuovi alberi

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO Duemila nuovi alberi, 4.000 interventi di potatura, una pista ciclabile e rinnovo degli arredi urbani, senza dimenticare i mille interventi nei giardini che hanno bisogno di piccoli lavori di risanamento.
È questo il piano da 3 milioni di euro con cui il Comune di Torino intende rendere ancora più green la città. La Giunta ha dato infatti il via libera a tre delibere presentate dall’assessore all’Innovazione e all’Ambiente Enzo Lavolta.
Interventi in dettaglio
L’amministrazione ha stanziato 600 mila euro per rinnovare i viali alberati e i parchi storici, sostituendo le piante abbattute con nuove essenze. Un altro milione di euro servirà a potare 4.000 piante e 500 mila euro saranno investiti per riqualificare lo spartitraffico di corso Racconigi tra piazza Marmolada e piazza Robilant con una ciclopista e un viale alberato.
Viali a nuovo
«Affrontare il tema del ripristino dei viali alberati è una delle priorità della città – ha detto Enzo Lavolta – dove il 50% degli alberi ha più di 50 anni ed alto oltre i 20 metri. Sarà l’occasione per colmare i vuoti creati dai precedenti abbattimenti». Con questa delibera si affida a un vivaio privato la fornitura di 1.200 piante e la loro piantumazione. I nuovi alberi faranno bella mostra di sé nei prossimi mesi: 100 in via Sospello, 45 ippocastani in corso Re Umberto, 50 in corso Vercelli, 45 in corso Unione Sovietica, nelle vie di San Salvario e molti altri.
«A questi si aggiungono i 140 del nuovo viale alberato di corso Racconigi, i 300 piantati grazie alla manutenzione ordinaria, i 50 piantati al parco Peccei: in due anni metteremo a dimora 2.000 nuove piante in città», ha continuato Lavolta. In altri punti della città invece si provvederà alle potature.
Nuova “Zona 30”
Infine i 700 metri tra le piazze Marmolada e Robilant di corso Racconigi avranno presto un viale alberato e una pista ciclabile larga tre metri nel centro strada. Gli attraversamenti pedonali saranno rialzati e si ridurranno i limiti di velocità a 30 km orari. Nascerà dunque una nuova «Zona 30” a tutto vantaggio della vivibilità del quartiere.
REBECCA ANVERSA

1 Novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA