MAFIA CAPITALE
10:19 pm, 16 Settembre 15 calendario

Il X Municipio sciolto per decreto

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA È ufficiale: il X Municipio, dopo il decreto firmato il 27 agosto dal Presidente della Repubblica lo scorso 27 agosto, è stato formalmente sciolto in seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del provvedimento.
Una pubblicazione arricchita dalla relazione del Prefetto di Roma Franco Gabrielli, che ha messo nero su bianco la lunga lista di irregolarità sul litorale.
Il caso di Capocotta
Nel denunciare l’assegnazione “privatistica” della spiaggia pubblica di Castel Porziano da parte del X Municipio verso alcuni soggetti, la relazione punta il dito su Capocotta, 45 ettari di arenile pubblico suddiviso in 5 lotti, assegnati nel 1999 con bando di gara. Da allora i canoni annuali non sono mai stati pagati regolarmente, in molti casi i gestori dei lotti si sono giustificati adducendo spese per il miglioramento dei servizi, senza però alcun controllo pubblico sull’ampliamento delle strutture.La spiaggia naturista di Capocotta inoltre, scorporata da uno dei lotti e rinominata “lotto D1” nel 1999, non fu soggetta al pagamento di alcun canone.
Le irregolarità, che chiamano in causa l’ex presidente del X Municipio Andrea Tassone, riguardano poi la cura del verde pubblico di Ostia, le concessioni per l’iniziativa Ostia Mon Amour (estate 2014), e la gara d’appalto per individuare la nuova sede del comando dei vigili del X gruppo. Il Municipio scelse una struttura piccola e che necessitava di troppi lavori, nonostante la contrarietà del Comandante della polizia locale di Roma.
METRO

16 Settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo