MALTEMPO
9:37 pm, 14 Settembre 15 calendario

Il primo maltempo fa già morti e dispersi

Di: Redazione Metronews
condividi

PIACENZA Una persona morta, altre due ancora disperse nel Piacentino, dove campi e stalle sono stati allagati. Frane, smottamenti e paesi isolati nella stessa area ed anche in altre dell’Emilia Romagna; problemi per la circolazione ferroviaria in Friuli Venezia Giulia; problemi anche in Veneto. È il bollettino dell’emergenza maltempo nel nord dell’Italia, con le conseguenze più pesanti nel Piacentino. Qui si è registrata la piena storica dei fiumi Trebbia e Nure per la caduta record di 330 millimetri di pioggia in poche ore. Il comune di Farini, nell’Alta Val Nure, è stato invaso da circa un metro e mezzo di acqua. Il direttore della protezione civile regionale ha parlato di frane, strade interrotte e case allagate. Sono stati interessati le infrastrutture, le opere pubbliche e gli edifici privati nei pressi del Trebbia e del Nure. Alcune frazioni sono rimaste isolate e alcune strade provinciali sono risultate interrotte. E quasi certamente è a questa piena che si deve la morte di una guardia giurata, il cui corpo senza vita è stato rinvenuto sul greto del fiume a Ponte dell’Olio, a non molta distanza dall’auto di servizio dell’Istituto di vigilanza presso cui l’uomo lavorava. Probabilmente la strada è crollata erosa dal fiume mentre la vittima era in viaggio. In serata poi ancora nessuna traccia di due persone di Bettola (sembra padre e figlio) che si erano messe in viaggio nelle prime ore della mattina per andare ad una visita medica senza però arrivare a destinazione. In Friuli Venezia Giulia in alcuni tratti la circolazione ferroviaria si è dovuta svolgere a senso unico alternato. Anche in Liguria nubifragi, trombe d’aria ed esondazioni.
METRO

14 Settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo