Save the Children
6:30 pm, 14 Settembre 15 calendario

Carenze educative per un adolescente su 4

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA. Povertà economica uguale povertà educativa. È nelle famiglie povere infatti che più di un adolescente italiano su 3 non raggiunge i livelli minimi di competenze in matematica e quasi uno su 5 in lettura. La cause? Non solo il basso livello socio-culturale che si trasmette di generazione in generazione, ma anche le carenze di servizi e opportunità formative scolastiche ed extrascolastiche.
Lo rivela il nuovo Rapporto di Save the Children “Illuminiamo il Futuro 2030 – Obiettivi per liberare i bambini dalla Povertà Educativa”. Nel quale scopriamo che in Italia solo il 14% dei bambini tra 0 e 2 anni riesce ad andare al nido o usufruire di servizi integrativi. Il 68% delle classi della scuola primaria non offre neanche il tempo pieno e il 64% dei minori non accede ad una serie di attività ricreative e sportive, con punte estreme in Campania (84%). Il 48,4% dei minori tra 6 e 17 anni non ha letto neanche un libro nell’anno precedente.
«Una parte troppo ampia degli adolescenti è priva di quelle competenze necessarie per crescere e farsi strada nella vita (1 su 4, ndr)», sottolinea Valerio Neri, direttore Generale di Save the Children. Per questo «la misura più urgente resta l’adozione di un piano di contrasto alla povertà assoluta dei minori con misure di sostegno al reddito delle famiglie, accesso gratuito alle mense scolastiche e ad altre opportunità di tipo educativo», sottolinea Raffaela Milano.
 
Lo studio lancia 3 Obiettivi elaborati con il contributo di un Comitato Scientifico per eliminare entro il 2030 in Italia la povertà economica ed educativa, sull’esempio dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibili indicati dalle Nazioni Unite: 1. Tutti i minori devono poter apprendere, sperimentare, sviluppare capacità, talenti e aspirazioni; 2. Tutti i minori devono poter avere accesso all’offerta educativa di qualità; 3. Eliminare la povertà minorile per favorire la crescita educativa. Ogni obiettivo è declinato attraverso l’individuazione di target specifici e obiettivi intermedi. Per raggiungere tale traguardo, Save the Children  invita ad un’azione immediata tutti gli attori e istituzioni impegnati nella tutela dell’infanzia nel nostro paese e presenta una serie di proposte specifiche.
METRO

14 Settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA