Grecia
9:22 pm, 1 Luglio 15 calendario

La Ue ferma i negoziati in attesa del referendum

Di: Redazione Metronews
condividi

GRECIA «Non ci sono gli elementi per ulteriori negoziati. Non ci saranno colloqui nei prossimi giorni su proposte di accordi finanziari. Aspetteremo l’esito del referendum di domenica e prenderemo atto del risultato». Così il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, al termine della teleconferenza straordinaria dei ministri delle Finanze della zona. «Non ci sono margini per un’estensione del programma di aiuti finanziari – ha aggiunto Dijsselbloem – la situazione politica non è cambiata». Eppure secondo il ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis, le ultime proposte negoziali avanzate da Atene sono state considerate dall’Eurogruppo «nella giusta direzione». A bocciarle seccamente è stata però la Germania.
Borse europee in ripresa
Per il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, «non forniscono nessuna chiarezza». Ci credono un po’ di più le Borse europee, ieri in ripresa (a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso con un +2,21%). Il referendum convocato dal governo greco sulle condizioni poste dai creditori per riprendere i finanziamenti «non riguarda il restare o meno nell’euro», ha precisato il premier Alexis Tsipras in un discorso televisivo alla nazione. Tsipras ha invitato a votare no «per ottenere un accordo migliore dai creditori» ed ha assicurato che «pensioni e salari non verranno perduti». Ma in Grecia è salita alle stelle la tensione davanti alle banche che hanno aperto per il pagamento in contanti delle pensioni o per i prelevamenti dei correntisti sprovvisti di bancomat o carta di credito, sempre per un massimo di 120 euro a settimana.
Qui una intervista sulla Grecia e la Zona Euro con l’analista Angelos Chryssogelos.
METRO

1 Luglio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo