Cinema
6:47 pm, 25 Maggio 15 calendario

Hybris, horror paranormale che strizza l’occhio ai giovani

Di: Redazione Metronews
condividi

CINEMA Ho incontrato il giovane regista Giuseppe Francesco Maione davanti al cinema Barberini di Roma cinque minuti prima dell’anteprima per la stampa del suo Hybris, film dell’orrore prossimamente in uscita per la Mirelatives Pictures.
La domanda, mentre tutti lo tiravano per la giacca e lo salutavano, mi è uscita spontanea: come può un ragazzo di 19 anni (oggi ne ha 20) dirigere un film per il cinema? Per tutta risposta, lui si è stretto nelle spalle col sorriso di chi sa il fatto suo e mi ha detto «poi mi dici se ti è piaciuto». La risposta alla mia domanda è arrivata poco dopo, quando ho salutato Tommaso Arnaldi, che quattro anni fa, a 24 anni, ha fondato la Mirelatives Pictures, la casa che ha prodotto il film: « la verità è che in America saremmo già vecchi, per queste cose».
Colpito ed affondato.
Nel cast, oltre allo stesso Arnaldi (che è anche sceneggiatore ed attore) ci sono due autentiche star di Youtube: Guglielmo Scilla (il cui canale sulla piattaforma di video on line, dove è noto come Willwoosh, è quella con più iscritti in Italia) e  Claudia Genolini. Senza dimenticare Lorenzo Richelmy, attualmente impegnato in America a girare la serie tv Netflix Marco Polo . Tutta la produzione di Hybris è under 30 (anche il direttore della fotografia).
Il film è dichiaratamente ispirato a “The Evil Dead” (La Casa) di Sam Raimi, e attinge senza nasconderlo al miglior  repertorio di genere (il plot gira su un meccanismo che vede quattro ragazzi che si recano in una casetta nel bosco per dar corso alle ultime volontà di un amico, e vi restano imprigionati). Succede tutto nelle poche stanze di una baita (tanto che il film è stato realizzato interamente in un teatro di posa): è qui che “Hybris” chiude a chiave lo spettatore, facendolo precipitare alla situazione claustrofobica che fa da sfondo ad un confronto aspro e senza sconti tra i ragazzi. Antichi ed incoffessabili rancori verranno a galla in maniera violenta, “cucinati” a fuoco lento da Maione in una atmosfera paranormale e, attraverso un percorso alternato di allucinazioni e grande conflittualità, lo spettatore verrà guidato fino alla verità.
Il film sarà al cinema dal 28 maggio, distribuito dalla Flavia Entertainment in una ventina di copie nel circuito UCI.
A fine proiezione, andando via, ho fatto in tempo solo a salutare Tommaso Arnaldi, che avevo appena visto morire sullo schermo.  Ho pensato che il futuro è davvero dei giovani bravi.
Ma mi sono limitato a dirgli che il film mi era piaciuto.
a.b.

25 Maggio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo