giustizia
9:39 pm, 17 Marzo 15 calendario

Volano schiaffoni fra Renzi e i magistrati

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA «Lo Stato che funziona dovrebbe prendere a schiaffi i corrotti e accarezzare chi esercita il controllo della legalità. Invece i magistrati sono stati schiaffeggiati e i corrotti accarezzati». Le parole del presidente dell’Anm Rodolfo Sabelli sono forti, e forte è la replica che poco dopo gli piomba addosso da Matteo Renzi: «Dire che lo Stato dà carezze ai corrotti e schiaffi ai magistrati è una frase falsa. Si può contestare un singolo fatto ma sostenere quelle cose lì, avendo una responsabilità istituzionale, è triste». È l’ennesima puntata del duello tra Anm e presidente del Consiglio, che va in scena nelle ore in cui l’affaire Grandi Opere porta alla ribalta il tema della corruzione. In realtà lo scontro tra governo e magistrati va avanti da un po’ ed è lagato soprattutto al tema della riforma dell Giustizia e della norma che introduce la responsabilità civile delle toghe. Si ricorderà anche lo scambio di battute polemiche sulle ferie dei magistrati. 
Davanti agli agenti di Polizia Renzi ha difeso l’azione di un governo che «intende combattere non per uno Stato di ‘polizia’ ma per uno Stato di ‘pulizia’. Abbiamo fatto l’Autorità Anticorruzione perché si intervenga appalto per appalto, casa per casa, sporcizia per sporcizia. Le pene sulla corruzione devono essere aumentate. Prescrivere la corruzione è inaccettabile, per questo stiamo intervenendo».
A proposito dell’inchiesta “Sistema” e dell’Autorità nazionale anticorruzione, il presidente Cantone ha detto che valuterà atti e ricadute dell’inchiesta della procura di Firenze che ha coinvolto anche appalti relativi a Palazzo Italia a Expo ,un tema molto sensibile perché l’inaugurazione è imminente e sarà la vetrina dell’Italia nel mondo. 
Nel clima caldissimo di queste ore in Senato è in discussione il ddl sull’anticorruzione, che però sarà all’esame dell’Aula non prima di giovedì, più probabilmente la prossima settimana.  
METRO

17 Marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo