Periferie
8:12 pm, 9 Marzo 15 calendario

In arrivo 80 milioni per far rinascere il Lorenteggio

Di: Redazione Metronews
condividi

PERIFERIA Una pioggia di soldi sul Lorenteggio. Ad annunciarla, ieri, Regione, Comune e Aler che hanno firmato il Protocollo per lo sviluppo urbano sostenibile. In tutto saranno 85 i milioni (55 della Regione, 5 del Fondo sociale europeo, 20 del Comune e 5 del Piano operativo metro) investiti per riqualificare il quartiere. I fondi saranno utilizzati per la riqualificazione degli stabili, interventi di ecoefficientamento degli edifici pubblici, illuminazione pubblica, avvio di imprese sociali, sostegno ai soggetti in difficoltà economica e per un  Laboratorio di quartiere. Beneficiari saranno “2667 unità abitative per 150 proprietari”, spiega Sossi di Aler. Il vicesindaco De Cesaris ha sottolineato come il progetto sia frutto della collaborazione tra istituzioni: “Se continuiamo a lavorare insieme possiamo unire risorse europee, regionali e locali per dare una vera e propria risposta di edilizia sociale. Entro il 2016 possiamo iniziare a vedere risultati”. Il progetto “sarà accompagnato da un Laboratorio sociale che gestirà la condivisione con gli abitanti. Un aspetto importante è non far cadere sul quartiere delle decisioni non condivise”, ha aggiunto l’assessore  Benelli.
“Niente speculazioni”
«È fondamentale che l’intervento sia definito con gli abitanti e le agenzie del territorio», avverte Luca Sansone del Laboratorio di quartiere Giambellino Lorenteggio, «che non ci siano interventi speculativi; che la riqualificazione riguardi il maggior numero di alloggi possibile in un’ottica distributiva e non settoriale, o solo su alcuni edifici. Infine, che le case rimangano popolari. Le organizzazioni del quartiere sono pronte a sostenere il percorso di riqualificazione». Circa i tempi, le tappe prevedono: un tavolo di confronto tra i firmatari per definire l’area di intervento, il progetto di fattibilità e il cronoprogramma. A questo seguirà il masterplan e l’avvio delle procedure di gara.
ANDREA SPARACIARI

9 Marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo