Milano/Musica
6:54 pm, 1 Marzo 15 calendario

Con i Verdena il rock sbarca all’Alcatraz

Di: Redazione Metronews
condividi

MILANO Sono uno dei gruppi più atipici del rock nostrano. Antidivi, scostanti, lontani dai cliché della musica italiana. Anche perciò i Verdena si sono costruiti nel tempo uno zoccolo duro di fedelissimi appassionati, che si espande oltre i confini nazionali.
La band orobica, lunedì in concerto all’Alcatraz (ore 21, tutto esaurito; in apertura Jennifer Gentle), ha pubblicato nel corso degli anni album di culto come “Il suicidio del samurai” e “Requiem” sino all’ambizioso (e riuscito) doppio “Wow”, un gioiellino che ha messo d’accordo pubblico e critica.
Dopo una lunga pausa la band ha sfornato, poche settimane fa, un nuovo lavoro, “Endkadenz Vol.1”, che conferma la loro vena creativa e irruente, viscerale e potente. Ma gli instancabili Verdena guardano già avanti: prima dell’estate uscirà infatti “Endkadenz Vol.2”, a cui seguirà da aprile un tour nei piccoli club, a stretto contatto col pubblico.
Per chi preferisce l’alt-folk americano, da non perdere alla Salumeria della Musica (ore 21, euro 28.75) il concerto del cantautore Sean Rowe, che per il Wall Street Journal “ricorda l’intensità estatica della fine degli anni Sessanta di Van Morrison e l’amara malinconia dell’ultimo Johnny Cash”. Scomodi paragoni a parte, tutto da ascoltare il suo ultimo cd “Madman”, pubblicato a settembre per Anti Records, che prende ispirazione dall’esperienza maturata in anni di concerti “intimi”, a stretto contatto con le persone, e dal profondo desiderio di colmare il divario tra musicista e ascoltatore.
Per gli incontri, alle 18 alla Feltrinelli di piazza Piemonte, Nek presenterà l’album “Prima di parlare”, mentre Elio e le Storie Tese saranno alle 18.30 al Mondadori Megastore di via Marghera con “Dei megli dei nostri megli”. 
DIEGO PERUGINI

1 Marzo 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo