Torino/Teatro
5:36 pm, 16 Febbraio 15 calendario

L’ultimo giorno di vita del Casanova Herlitzka

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO Dopo il successo ottenuto con “Il soccombente” di Bernhard Thomas, Roberto Herlitzka, vincitore del “Nastro d’Argento per il Cinema” lo scorso anno, autore di stupende interpretazioni nei film “Il rosso e il blu” e “La grande bellezza”, porterà in scena, da dopodomani al 22 febbraio, al Teatro Erba il modernissimo mito di Giacomo Casanova vestendo i panni del celebre libertino nella pièce “Casanova” di Ruggero Cappuccio.
Al suo fianco saliranno sul palco anche Franca Abategiovanni, Carmen Barbieri e Giulia Odori diretti dalla regia di Nadia Baldi per tratteggiare un Casanova differente dall’iconografia classica che mostra qui una grande capacità di ascolto per le sue amanti e una filosofia di vita che si realizza solo attraverso l’armonica condivisione del profondo con l’altro e con gli altri. 
In scena si rivivrà la notte tra il 3 e il 4 giugno del 1798 quando Casanova sospetta di dover morire. Il gentiluomo veneziano, chiamato ad incarnare il mito vivente della seduzione, è ospite da 13 anni nel castello di Dux, in Boemia, dove il conte di Waldestein gli ha assegnato il posto di bibliotecario.
Dalle prime ore dell’alba una sequenza di indizi sembrano annunciare l’avvicinarsi del passaggio fatale. Giacomo ha compiuto 73 anni un mese prima, ha festeggiato il suo compleanno brindando a se stesso con un calice di acqua gelata, riflettendo la sua immagine in uno specchio opaco che sormonta il camino del suo studio.
Ma da quel giorno è ammalato e ora trascina la sua valigia per i vasti corridoi del castello di Dux ricordando il suo passato (Info: 011 6615447).
ANTONIO GARBISA

16 Febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo