Milano/bomba in via Gola
9:07 pm, 15 Febbraio 15 calendario

Ordigno esplode nel bar “Grave intimidazione”

Di: Redazione Metronews
condividi

MILANO Un ordigno è esploso alle 5 di domenica mattina davanti al Bridge Cafè in via Gola. Non ci sono stati feriti ma la vetrina è rimasta completamente danneggiata. Ad allertare le forze dell’ordine è stato proprio il titolare del locale, un italiano incensurato di 59 anni, che ha dichiarato di non essere mai stato soggetto di intimidazioni.
Immediata la solidarietà da parte del sindaco Pisapia: «Questi atti vandalici e violenti  – ha dichiarato il primo cittadino – sono intollerabili e mai giustificabili. Mi auguro che il lavoro degli inquirenti porti a scoprire presto l’autore o gli autori del gesto. Milano rifiuta con forza la violenza in ogni sua forma».
E  se il consigliere comunale del Pd, David Gentile, parla di «atto intimidatorio», Mario Peserico, vicepresidente di Confcommercio Milano, lo considera come un «segnale da non sottovalutare».
«Proprio di recente – ha proseguito Peserico – abbiamo illustrato alle competenti Commissioni comunali i risultati della nostra  indagine su Milano area metropolitana promossa con il supporto della Bicocca: oltre 4 mila questionari, con la garanzia dell’anonimato, per capire qual è lo stato della sicurezza per le imprese del terziario. Indagine i cui risultati abbiamo messo a disposizione dell’autorità. Non si deve mai abbassare la guardia. Siamo in prossimità di Expo. Legalità e sicurezza costituiscono un biglietto da visita fondamentale». 
OMNIMILANO

15 Febbraio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA