Violenze in famiglia
6:20 pm, 26 Gennaio 15 calendario

Maltrattava le figlie Condannato a nove mesi

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO Nove mesi, questa la condanna inflitta al padre torinese che costringeva le figlie a praticare sci agonistico e a mangiare cibi dietetici, facendo loro pressioni psicologiche perché “troppo grasse”. Ieri mattina il giudice ha accolto la tesi del pm Barbara Badellino che aveva chiesto per l’uomo una condanna a 12 mesi con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Secondo la procura con il suo atteggiamento il padre aveva finito per turbare l’equilibrio psichico delle due ragazze.
La vicenda ha avuto inizio nel 2011, quando l’ex moglie, dopo aver raccolto lo sfogo delle figlie che non volevano più vedere il padre, aveva presentato un esposto alla procura. Le due avevano anche manifestato disagio a scuola e anche le insegnanti avevano fatto presente alla madre che le ragazze, soprattutto la più piccola, piangeva all’idea di passare del tempo con il papà. Dura la reazione dell’avvocato del padre che annuncia ricorso in appello. «Si è trattato della normale preoccupazione di un padre per le proprie figlie», ha detto. Nel corso del dibattimento il padre non ha negato il proprio comportamento. «Da bambine erano molto sportive – aveva detto – ma crescendo avevano cambiato interessi, preferendo la discoteca. Ero soltanto preoccupato per la loro salute». Un condanna che è potenzialmente destinata a fare giurisprudenza visto che ad oggi non esistono precedenti analoghi.
REBECCA ANVERSA

26 Gennaio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA