Autostrade
6:30 pm, 17 Novembre 14 calendario

Frejus, il tunnel a doppia galleria

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO. Da ieri il tunnel autostradale del Frejus è a doppia galleria. L’ultimo diaframma della seconda canna tra Italia e Francia è stato abbattuto alle 11,36 di ieri mattina alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, del presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, di Giuseppe Cerutti, presidente della Sitaf, la società concessionaria con la francese Sftrf del tunnel Autofrejus.
La galleria è lunga 12.878 metri di cui 6.380 in territorio italiano, ha un diametro interno di 8 metri ed è dotata di 34 rifugi (16 di competenza italiana). Ci sono voluti più di mille giorni per scavare i quasi 13 chilometri e ci vorranno altri tre anni per gli impianti e strutture di servizi. Lo scavo era iniziato nei primi giorni di luglio del 2011 dal lato francese. La talpa ha impiegato 580 giorni per togliere alla montagna i 6495 metri di competenza francese. Altri 504, poi, sono stati necessari per scavare i restannti 6.353 metri in territorio italiano.
Le polemiche
Non sono mancante, comunque le polemiche, a cominciare dalla scelta del Gruppo Gavio di disertare la cerimonia in pieno contrasto con la decisione del sindaco di Torino e del presidente della Provincia di vendere le quote degli enti locali di Sitaf all’Anas per 50 milioni di euro a fronte di un’offerta di Gavio di 70 milioni. Altrettanto inevitabile un paragone con il Tav al centro di tante proteste a differenza della seconda canna del tunnel autostradale del Frejus. Il ministro Lupi ha garantito che «entro fine anno ci sarà il nuovo promotore per realizzare la Torino Lione», e che «sulla Tav il governo sta accelerando». Quanto ai costi Lupi ha ripetuto che «per l’Italia saranno di 2,9 miliardi se l’opera verrà finanziata al 40% dall’Europa».
REBECCA ANVERSA
 

17 Novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo