ALLARME SICUREZZA
10:17 pm, 12 Novembre 14 calendario

A Tor Sapienza quartiere blindato

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA Dopo la conta dei feriti (14 agenti e un operatore Rai) nella seconda notte di scontri a Tor Sapienza, il Comune cerca ora di prendere in mano la situazione che si è creata in via Morandi. E lo fa per voce del sindaco Ignazio Marino: «Ho parlato con il questore, il quartiere sarà presidiato centimetro per centimetro. Ma è vergognosa la caccia all’immigrato, non c’entra con la richiesta di legalità fatta da tanti residenti per bene. Cercheremo di smistare gli ospiti dei vari centri in più quartieri, per evitare altri attriti con i residenti».
Il primo cittadino ha incontrato i comitati di quartiere, tra cui quello di Tor Sapienza, assicurando a breve l’apertura di una biblioteca, la pulizia straordinaria delle strade e nuova illuminazione. Il presidente del consiglio comunale Mirko Coratti ha convocato un’assemblea urgente in Campidoglio sull’allarme sicurezza. E nei prossimi giorni Marino andrà a Tor Sapienza, ma sarà anticipato dal leghista Borghezio, che oggi dovrebbe essere nel quartiere e a Fidene (dove giorni fa un 70 enne è stato pestato e rapinato da una banda di persone presumibilmente dell’Est).
La coop il Sorriso, che gestisce il centro per rifugiati, ha chiesto a Marino un incontro con operatori sociali e migranti, spiegando  che a Tor Sapienza tutti gli ospiti sono censiti e controllati. «Non sono loro i colpevoli della tensione che c’è tra residenti e stranieri» commenta un operatore, il quale puntualizza: «A Tor Sapienza abitano 12 mila persone. Chi ha dato vita agli scontri era un gruppo di 50 persone con i volti travisati. Hanno distrutto l’ingresso del centro. Molti degli ospiti sono minorenni, in fuga da paesi come la Siria. Ora sono terrorizzati». E anche ieri la giornata ha registrato un ferito, un 40 enne straniero (che non vive nel centro) aggredito fuori da un supermercato, forse per rapina.
Sulla natura degli scontri di lunedì e martedì sera la procura ha aperto un fascicolo, per capire se dietro ci sia una regia. Un’ipotesi presa in considerazione anche dalla polizia.
METRO

12 Novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo