Dardenne Cotillard
10:08 am, 11 Novembre 14 calendario

La solidarietà vince nel cinema dei Dardenne

Di: Redazione Metronews
condividi

CINEMA. L’azienda è in crisi. Il personale da tagliare. E Sandra è l’anello debole che salterà. È stata male e, in sua assenza, l’azienda si è accorta di poter fare a meno di lei. Anzi: 1000 euro di bonus per ogni operaio che resta e vota per il suo licenziamento. A Sandra, che ha la dolente fragilità di Marion Cotillard, quando lo saprà non resterà che andare a trovare in un week end, uno a uno,i colleghi che potrebbero rinunciare al bonus e salvarle il posto. Cosa avreste fatto voi al suo posto? Da questa domanda partono i fratelli Dardenne che firmano questo Due giorni, una notte (dal  13 nei cinema).
«Volevamo che lo spettatore si identificasse col personaggio, che arrivasse alla risposta del finale. Volevamo mostrare cosa può la solidarietà e come può cambiare le persone».
Idea ad hoc in tempi di crisi. «Ci pensavamo da anni – spiegano i Dardenne – e abbiamo sintetizzato nel film situazioni reali in cui nelle aziende la solidarietà tra operai è messa a dura prova. Ma abbiamo visto casi in cui gli operai accettavano di perdere parte del salario per evitare un licenziamento».
SILVIA DI PAOLA

11 Novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA