caso cucchi
2:39 pm, 4 Novembre 14 calendario

Il capo della Procura elogia i due pm

Di: Redazione Metronews
condividi

Roma Una giornata contraddittoria quella vissuta ieri a Piazzale Clodio sulla vicenda di Stefano Cucchi, il geometra romano arrestato nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2009 e morto una settimana dopo in ospedale. Il capo della Procura di Roma, Giuseppe Pignatone, prima ha incontrato la sorella di Stefano, Ilaria, assicurandole «una rilettura degli atti dell’inchiesta per le eventuali posizioni che non sono state oggetto di processo». Poi ha incontrato i due pm che hanno condotto l’inchiesta finita con l’assoluzione di tutti e 12 gli imputati in appello ed ha precisato che «hanno svolto un lavoro egregio». Una dichiarazione che ha fatto infuriare Ilaria Cucchi: «O il dottor Pignatone è riuscito in due ore a studiare tutto il fascicolo sulla morte di Stefano, oppure forse oggi abbiamo perso tutti del tempo». Intanto alla famiglia Cucchi è giunta da una parte la solidarietà di Adriano Celentano, Jovanotti e Libera; dall’altra una querela del Sindacato autonomo polizia penitenziaria secondo il quale «Ilaria Cucchi vuole istigare all’odio nei confronti dell’intera categoria».
METRO

4 Novembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo