8:16 pm, 15 Settembre 14 calendario

Falso allarme sul volo Due bang sonici a Roma

Di: Redazione Metronews
condividi

Roma. Stava sorvolando lo spazio aereo italiano quando il comandante del volo ME214 su un Airbus 320 della compagnia libanese Middle East Airlines diretto da Ginevra a Beirut ha chiesto di poter atterrare a Fiumicino per motivi di sicurezza.
L’allarme era scattato per la presenza in stiva di un bagaglio di cui non era stato trovato a bordo il proprietario. L’aereo con 118 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio è stato affiancato dai caccia dell’Aereonautica Militare italiano e scortato fino allo scalo romano dove sono immediatamente scattati i protocolli antiterrorismo: fatto atterrare in una piazzola secondaria, la 846, circondato dalle forze dell’ordine con tanto di cecchini appostati; fatti evacuare tutti i passeggeri; controllati accuratamente tutti i bagagli; avviati i controlli degli artificieri mentre il traffico aereo sul Leonardo da Vinci veniva stato sospeso.
Ma quel bagaglio non conteneva alcun esplosivo. Così alle 17.28 il volo è ripartito per Beirut.
Ma nell’aeroporto romano si sono registrati molti ritardi nelle partenze.
Il falso allarme è stato udito perfettamente in molte località del Lazio. I due caccia Eurofighter del IV Stormo di base a Grosseto, infatti, nell’accostare il velivolo hanno rotto il muro del suono. E nella zona tra Tivoli, Guidonia e Castel Madama si sono uditi due boati fortissimi che hanno indotto numetose persone a chiamare i vigili del fuoco.
Molte le segnalazioni anche via Twitter: “Un forte botto si è potuto sentire a #Guidonia. Le finestre di casa – scrive Andrea – hanno tremato e in cielo ci sono due aerei”. “Stesso momento grande boato – riporta Antonia – zone: Tivoli, Monterotondo, Riano, Guidonia, Viterno”.
(Metro)

15 Settembre 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo