6:05 am, 20 Giugno 14 calendario

La Spagna passa a re Felipe VI

Di: Redazione Metronews
condividi

spagna – Felipe VI è il nuovo re di Spagna dopo il giuramento alle Cortes, con una cerimonia relativamente sobria in cui ha rilanciato l’unità del Paese e promesso una monarchia al passo con i tempi. È stato un insediamento in cui il 46enne ha voluto dare un’immagine di rinnovamento, dopo l’era del padre Juan Carlos che ha abdicato anche sulla scia di una serie di scandali.  Nel suo primo discorso davanti alle Cortes Generales, Felipe ha assicurato che sarà un capo di Stato «leale» e si è impegnato «ad ascoltare, a comprendere, consigliare e difendere i diritti generali», ma ha promesso anche di essere «il collante tra tutti gli spagnoli» e ha assicurato che nella Spagna, «unita e diversa, c’è posto per tutti». «Incarno una monarchia rinnovata per un tempo nuovo», ha detto   il nuovo monarca, che ha anche  ringraziato il padre, Juan Carlos I, la cui «generazione ha aperto il cammino alla democrazia».
La cerimonia è stata soprattutto un passaggio di consegne: nessun leader straniero invitato. La Casa Reale è ben consapevole che uno spagnolo su quattro è senza lavoro, nonostante l’incipiente ripresa economica. Sobria anche la regina, Letizia, che per la prima giornata sul trono ha scelto un abito bianco corto, senza diadema, che è sembrato una dichiarazione di intenti. Perfette le figlie, Leonor, ora erede al trono, e la sorellina minore, l’Infanta Sofia.
Il figlio illegittimo
Con l’abdicazione di Juan Carlos, torna alla carica il suo presunto figlio illegittimo che da anni chiede invano un riconoscimento che gli permetterebbe di salire al trono al posto di Felipe, quale primogenito. «Visto che il re non ha più l’immunità, il mio avvocato lunedì presenterà un allegato alla nostra istanza di riconoscimento depositata presso il tribunale di Madrid», ha annunciato Albert Sola Jimenez, intervistato dal Giornale Radio Rai.  Il 58enne, che attualmente fa il barista a Barcellona, finora non aveva mai ottenuto un confronto del Dna a causa del privilegio di cui godeva il monarca che però Don Juan Carlos ha perso a partire dalla mezzanotte, quando è diventata effettiva la sua abdicazione.
(metro)

20 Giugno 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo