6:03 am, 18 Giugno 14 calendario

La vendetta di Cameron

Di: Redazione Metronews
condividi

Lui tradisce la moglie. Lei lo scopre ma, invece di far fuoco e fiamme, tace, cerca l’amante e si coalizza con lei per servire una vendetta perfetta. Nulla di troppo originale negli umori di queste mogli e amanti che imbracciano la bandiera della monogamia ad ogni costo in “Tutte contro lui”, da giovedì nei cinema. A dirigere Nick Cassavetes,  Nikolaj Coster-Waldau, che arriva dritto da  “Il trono di spade” nella parte del fredifrago. L’amante è Cameron Diaz che regala la solita verve, affiancata da Leslie Mann e Kate Upton.
Cameron, perché sostiene che non sia la vendetta il cuore del film?
Perché si racconta in realtà più dell’amicizia e delle donne che della vendetta di donne sull’uomo. È un viaggio che queste ragazze fanno insieme per imparare a conoscersi: hanno vite talmente diverse che le loro strade non si sarebbero mai incrociate in circostanze normali, ma l’esperienza di un uomo in comune le porta a diventare una squadra. Utile anche all’uomo, perché alla fine ciò che fanno a Mark è rivelare la sua vera natura.
Ma non sembra molto realistico, giusto in commedia…
In molti film le donne vengono dipinte come esseri competitivi e conflittuali, soprattutto quando c’è un uomo, qui avviene qualcosa di diverso. È questo che mi intrigava, donne che scoprono di avere una relazione con lo stesso uomo e si coalizzano. Non ero interessata a fare un film sugli uomini che tradiscono, non ci sarebbe stato nulla di nuovo.
Ma non solo gli uomini tradiscono…
Tutti nella vita tradiamo in qualche modo, ciò che conta è reagire.
Silvia di Paola
 

18 Giugno 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo