6:03 am, 5 Giugno 14 calendario

A hard days night I Beatles al cinema

Di: Redazione Metronews
condividi

Cinema – Come ridere dei Beatles. Anzi come i Beatles giocarono a far ridere e ridere su se stessi. Correva l’anno 1964, esattamente il momento in cui i Fab4 da moda divennero ossessione. E a Richard Lester fu offerto di raccontarli in quel momento e con i loro ritmi. Il titolo originale non a caso era “Beatlemania” ma fu sostituito all’ultimo momento con una delle espressioni di Ringo. E fu “A hard days night”, girato in sei settimane, basso budget duecentomila sterline (“usato in gran parte per sfuggire quotidianamente agli assalti isterici della folla e spostare i set”), fra il loro ritorno dall’America, dov’erano sbarcati nel febbraio del 1964, e la partenza per una tournée in Europa e nell’Estremo Oriente, incassò 14 milioni di dollari, il Village Voice lo definì “il Quarto potere dei film da juke-box”. Di fatto cambiò per sempre il  mondo del film musicale, lo ridefinì ed esercitò un’incalcolabile influenza sui videoclip musicali.
Ora, restaurato in 4K e con audio rimasterizzato, arriva il 9 giugno nei nostri cinema a dirci la frenesia di allora tradotta dall’agitarsi delle telecamere che  catturano ogni angolo e lasciano che l’energia della band detti i tempi  del film in un mix di tecniche di girato, fiction, doc, new wave francese, moduli da show tv, tutto serve per regalare allo spettatore  un pazzo senso di spontaneità, sulle note di iconici inni pop, da “Can’t Buy Me Love” a “I Should Have Known Better” e ”If I Fell” allo stesso brano che dà il titolo al film.
 
(Silvia Di Paola)

5 Giugno 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo