6:03 am, 21 Marzo 14 calendario

Capitan America Atto secondo

Di: Redazione Metronews
condividi

Sulla copertina number one di Capitan America era il supereroe a stelle e strisce che prende a pugni in faccia Adolf Hitler. Colpì, perché la data era marzo 1941, 10 mesi prima dell’attacco a Pearl Harbor e dell’ingresso in guerra degli Usa. Nacque dalla mano di Joe Simon e Jack Kirby e fu subito simbolo. Ancora oggi, come dimostra il secondo capitolo della saga, “Capitan America. The Winter Soldier”, nelle sale da oggi. Protagonista il biondo e sempre più aitante Chris Evans aiutato da Black Widow, interpretata da Scarlett Johansson come nella serie Avengers. Nel cast, torna, come nel primo capitolo della serie, Robert Redford, nei panni di  Alexander Pierce, vecchio membro dello S.H.I.E.L.D
Mr Evans, cosa succede al nostro (quasi) supereroe?
Cerca di adeguarsi a una vita normale e tranquilla, ma un complotto internazionale lo costringe a riscendere in campo. In difesa della libertà ma con sorpresa. Il soldato d’inverno invincibile in cui si imbatte è l’uomo che mai avrebbe pensato di trovarsi davanti.
E il film riesce anche nelle scene action a non essere solo un videogame: ne è soddisfatto?
Sì, perché a differenza di molti, non amo i videogiochi.  Ho apprezzato questo film e questo tipo di action. Ho amato da morire l’ansia di movimento di questo giovane uomo che viene da un altro mondo. Non è solo un ragazzo che possiede la capacità di una straordinaria velocità e potenza, ma viene formato strada facendo, assorbe le informazioni, cresce con l’allenamento e diventa pericoloso.
Ma dopo aver vestito i panni del Vendicatore nei primi due capitoli della saga e in “The Avengers”, ed esser pronto per un terzo capitolo, è vero che continuerà a lavorare con la Marvel?
Sì, ed è una grande opportunità, perché la Marvel sta realizzando dei film bellissimi. Quando però il mio contratto sarà concluso credo proprio che mi prenderò una pausa. A parte il mio debutto in regia con l’indipendente ‘1:30 Train”.
Silvia di Paola

21 Marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo