9:38 pm, 19 Marzo 14 calendario

Rimborsi pazzi Coinvolto Stara

Di: Redazione Metronews
condividi

Mancava solo lui all’appello. Ieri la procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio per Andrea Stara, il consigliere regionale di Insieme per Bresso, indagato insieme ad altri 40 consiglieri, tra cui il presidente della Regione Roberto Cota, nell’ambito dell’inchiesta sulle spese pazze del consiglio regionale. La posizione di Stara era stata stralciata in un primo momento per effettuare nuovi accertamenti, ma alla fine le sue giustificazioni non hanno convinto i pm.
Il consigliere è accusato di peculato e di finanziamento illecito ai partiti. A Stara sono contestati 57 mila euro di euro. Inizialmente erano 72, ma la cifra si è ridotta perchè sono state decurtate delle consulenze. Restano però alcune spese bizzarre come il tosaerba, la sega circolare, il bagno turco e l’attrezzatura da golf. Per quanto riguarda il finanziamento illecito ai partiti l’accusa riguarda il pagamento di alcune fatture a tipografie per volantini e manifesti in occasione della campagna elettorale del consigliere comunale del Pd, Stefano Lorusso.
E sempre ieri il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso di Fdi contro la sentenza del Tar che ha annullato le regionali del 2010. I giudici di palazzo Spada hanno ritenuto che il ricorso di Fdi fosse identico a quello di Cota e per i quali si erano già espressi.
(Rebecca Anversa)

19 Marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo