Fatti&Storie

Neve a Milano, Sala risponde a Salvini

Milano

MILANO Cade la neve, fioccano le polemiche. Matteo Salvini, leader della Lega, si scaglia contro il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, rimproverandogli di “non aver seguito le previsioni del tempo” e di aver lasciato una città “nel caos”. 

«A Milano - scrive Salvini su Twitter - tram bloccati, strade con 20 centimetri di neve e caos. Nevicata annunciata da giorni, Sala non segue le previsioni del tempo?».

Il primo cittadino affida a Facebook la sua risposta.

«Vorrei rassicurare il senatore Salvini - scrive Sala - che vede una città “nel caos” e si chiede “se seguo le previsioni del tempo”. Le seguo, certo, e seguo anche il lavoro di chi è sulla strada cercando di fare il possibile. D'altro canto chi come me lavora da una vita è abituato a seguire le cose e poi ad agire. Chi come lui non ha mai lavorato è abituato più che altro a usare la tastiera e a fare grandi proclami». 

«Personalità e modi di essere diversi - aggiunge il sindaco su Facebook - per fortuna dei milanesi, così potranno fra pochi mesi scegliere chi è più credibile per prendersi cura di Milano. Specifico che abbiamo fuori tutti i mezzi disponibili e che c'è tanta gente che in ufficio o all'aperto sta lavorando per la città».

Il sindaco si concede anche una digressione nel passato. 

«Permettetemi di ricordare il 1985 - scrive ancora -  quando con un metro di neve sono andato a lavorare in viale Sarca nel pieno di una nevicata che è rimasta nella storia. E come me moltissimi milanesi. Il punto è sempre lo stesso: dobbiamo tutti fare la nostra parte, non solo a parole, solo così affronteremo il disagio dovuto a questi 20 centimetri di neve e, soprattutto, il grande problema della gestione di questa pandemia e di quello che verrà dopo».

A Milano non nevica più. Ora imperversa la bufera. Delle polemiche.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie