Salute

Sulla tavola del Natale un booster di energia

ALIMENTAZIONE

ROMA Pranzi di Natale e cenoni di Capodanno in tempi di pandemia: per combattere il coronavirus dovranno avere qualcosa in più. Ovvero un tocco di salute a 360 gradi condito di energia e anche di fortuna benaugurante sotto forma di cibo.  Come dire che sulla tavola di queste feste così particolari non dovranno mancare gli alimenti cosiddetti “booster” cioè veri e propri caricatori energetici con vitamine e minerali e magnesio. E poi gli ingredienti anti ossidanti e tutti quei tesori alimentari che sono preziosi alleati del benessere. Utilissimi ancor di più in questo momento storico di forzata convivenza con il Covid in cui occorre aumentare le difese immunitarie a tutti i livelli psico-fisici. Per far fronte a stress e ansia per le incertezze del futuro e ricaricarsi a tavola anche durante l’ultimo scorcio dell'anno. Puntando per esempio ad alimenti completi come il miele e la frutta secca, simboli delle feste per eccellenza magari da adoperare non solo come fine pasto ma proponendo veri e propri piatti a tutta salute. Da non dimenticare inoltre un vero e proprio concentrato di energia anche simbolica rappresentato dall'aglio che arricchisce l'organismo di allicina, zolfo, vitamine del gruppo B e ha proprietà anti batteriche. Ce ne sono di tanti tipi, da quello nero all'orsino, dall'aglione toscano al siciliano di Nubia utilizzati da chef come Luciano Monosilio e Marco Quintili che hanno dato grande importanza a questo che si potrebbe davvero definire l'alimento invisibile del benessere fra i più forti, in assoluto.

 

LUISA MOSELLO

Articoli Correlati
Salute