Fatti&Storie

Maxi rissa al Pincio Indagati due minori

Roma

ROMA Le immagini impressionanti della maxi rissa al Pincio di sabato 5 dicembre, scattate da alcuni dei presenti, in poche ore erano diventate virali. Ora ci sono due giovanissimi indagati tra quelle decine di ragazzi provenienti da diverse periferie, che a quanto pare si erano dati appuntamento sui social per picchiarsi.

La procura dei Minorenni di Roma ha infatti proceduto all’iscrizione di due persone, un 14enne e un 15enne, per concorso in lesioni aggravate. I carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno proceduto ieri alla perquisizione delle abitazioni dei due che sarebbero gli autori dell’aggressione ai danni due coetanei da cui poi è scaturita la rissa. All’individuazione dei due giovani, che sono incensurati, i carabinieri sono arrivati grazie al monitoraggio di profili social, all’analisi delle immagini dei filmati presenti in rete e dalle testimonianze delle vittime e delle persone informate sui fatti.

Nel corso delle perquisizioni gli inquirenti hanno rinvenuto e sequestrato elementi utili alle indagini. Le indagini proseguono con lo scopo di identificare altre persone coinvolte negli scontri di sabato scorso.

Ma l’attenzione dei carabinieri si concentra anche su eventuali nuovi “appuntamenti” in centro che i ragazzi presenti al Pincio starebbero organizzando via social per regolare i conti dopo la maxi rissa sulla terrazza della Capitale che afficcia su piazza del Popolo.

Articoli Correlati
Fatti&Storie