Fatti&Storie

Danni e allagamenti dal litorale alla città

Roma

ROMA 

cittàLa pioggia e il vento incessanti stanno funestando dall’inizio della settimana la Capitale, con danno ancora da quantificare.

In particolare a Ostia, il vento ha spazzato via le cabine dello stabilimento “La Vecchia Pineta”, scaraventate sul lungomare Lutazio Catulo dove, fortunatamente, non c’erano auto parcheggiate. Sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia locale di Roma Capitale, che hanno chiuso al transito il lungomare, da Canale dei Pescatori a piazza dell'Aquilone, per consentire la rimozione delle lamiere e materiali presenti sulla strada e il ripristino delle condizioni di sicurezza per la circolazione ed il transito delle persone. Sempre a Ostia, un delfino è rimasto vittima della mareggiata, finendo spiaggiato dopo la tromba d’aria e l’ondata di maltempo.

Inoltre, da ieri mattina, sono decine gli interventi della polizia locale legati al maltempo, per allagamenti e rami caduti in strada. Un albero è caduto in via Appia Nuova, all’altezza di Villa Lazzaroni con due veicoli danneggiati, ma nessun ferito. Sul posto sono accorse le pattuglie del VII gruppo Appio della polizia locale, che hanno chiuso il tratto di strada in direzione Grande raccordo anulare. A causa di allagamenti gli agenti sono interventi anche in via della Maglianella, in via di Porta Medaglia, in via Palmiro Togliatti all’altezza di via Prenestina e in via della Magliana all’altezza del Gra. Infine, sono stati rafforzati i controlli durante la notte tra domenica e lunedì, e nella giornata di ieri, per le verifiche degli accessi al Tevere e del livello del fiume. Le banchine sono infatti state chiuse per il rischio di ondate di piena del fiume.

Articoli Correlati
Fatti&Storie