Tecno

iPhone non riparabile Class action contro Apple

Tecnologia

Avete fatto un aggiornamento del vostro iPhone e non funziona più come prima? Non siete soli e soprattutto non è colpa vostra, ma della Apple, che negli USA, grazie ad una class action, ha dovuto risarcire i consumatori con ben 500 milioni di dollari. Ora Altroconsumo insieme ai partner europei di Euroconsumers, è pronta a procedere con una class action nei confronti di Apple per chiedere un giusto risarcimento per i consumatori italiani forte di alcune sentenze. 

Dal 2014 Altroconsumo ha raccolto i casi dei consumatori che lamentavano problemi di performance dei propri iPhone in seguito ad aggiornamenti del software. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nel 2018, ha sanzionato l'azienda per 10 milioni euro per pratiche commerciali scorrette e aggressive.

Il ricorso di Apple al TAR del Lazio è stato respinto a maggio di quest’anno. Il Tribunale ha quindi confermato che la società di Cupertino ha rilasciato gli aggiornamenti del firmware iOS 10 e 10.1.2 per gli iPhone 6/6Plus/6s/6sPlus, senza informare adeguatamente i consumatori della riduzione sensibile delle prestazioni che avrebbero subito i loro dispositivi.

L’azienda ha risposto a queste accuse affermando che l’aggiornamento era necessario per evitare spegnimenti improvvisi dei dispositivi e ha avviato una campagna di sostituzione della batteria a prezzo ridotto. Ma ai consumatori  non basta e per le pratiche scorrete di obsolescenza programmata chiedeno un risarcimento minimo di 60 euro per consumatore. Belgio e Spagna hanno già avviato le proprie class action mentre Italia e Portogallo si aggiungeranno a breve.

Altroconsumo, in un’indagine per misurare “l’indice di riparabilità” - possibilità di riparazione senza l’intervento di un tecnico - ha aperto e smontato dieci smartphone e quattro tablet, andando a lavorare sulla sostituzione di batteria e schermo. Quasi tutti i device analizzati non sono progettati per essere facilmente riparabili. Alla difficoltà nella riparazione si aggiunge inoltre il problema dei pezzi di ricambio, spesso introvabili.

Articoli Correlati
Tecno