Coronavirus Italia

Feste, niente spostamenti nelle seconde case

Coronavirus

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che permette al governo di fermare dal 20 dicembre gli spostamenti tra le regioni. 

"Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità". Lo si legge nella bozza del dl sul tavolo del Cdm. "È comunque consentito - si legge - il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1 gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti".

Nella relazione illustrativa del decreto legge sulle misure anti-Covid sul tavolo del Cdm si spiega che il governo potrà prendere anche ulteriori misure. "Il comma 3 stabilisce che, nel periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, i decreti del Presidente del Consiglio dei ministri di cui all’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020 possano inoltre prevedere, per l’intero territorio nazionale, specifiche misure tra quelle previste dall’articolo 1, comma 2, del citato decreto-legge, anche indipendentemente dalla classificazione in livelli di rischio e di scenario", si legge.

Articoli Correlati
Coronavirus Italia