Fatti&Storie

Iran carica uranio nelle centrifughe di Natanz

Nucleare

Teheran carica esafluoruro di uranio nelle centrifughe avanzate per l'arricchimento dell'uranio IR-2m installate nella sua centrale sotterranea di Natanz. E' la denuncia contenuta in un rapporto dell'Agenzia internazionale per l'energia nucleare (Aiea) ottenuto da Reuters. Si tratta dell'ennesima violazione da parte dell'Iran dell'accordo internazionale sul nucleare firmato nel 2015, secondo il quale la Repubblica islamica può accumulare solo uranio arricchito con macchinari di prima generazione IR-1, gli unici che possono operare nello stabilimento sottoterra. Nel rapporto precedente, l'Aiea aveva già avvertito che macchinari IR-2m erano stati installati a Natanz, dove nel luglio scorso una misteriosa esplosione ha devastato il padiglione per l’assemblaggio delle centrifughe nucleari.     L'agenzia aveva anche denunciato che le scorte di uranio arricchito in Iran sono oltre 12 volte il limite fissato.

Trump. Secondo la stampa americana, la scorsa settimana il presidente americano uscente, Donald Trump, a due mesi dalla fine del mandato, ha ipotizzato di lanciare un attacco contro il principale sito nucleare nella Repubblica islamica, ma è stato dissuaso dai suoi più stretti consiglieri per il timore di innescare un ampio conflitto nella regione del Golfo. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie