Meteo
 


Libri

Vestire i panni altrui un antidoto contro l'invidia

LIBRI/Clara Sanchez

INTERVISTA Cosa accade se vesti i panni di un’altra? E’ quello che capita nell’ultimo romanzo di Clara Sanchez "Cambieremo prima dell’alba", (Garzanti p. 304, euro 18,90) dove le due giovani protagoniste Sonia e Amina, vivono in due mondi completamente diversi. Il punto d’incontro è Marbella, nella meravigliosa Costa del Sol spagnola. Sonia arriva da Madrid per lavorare come cameriera in un hotel di lusso. Amina viene dall’Arabia Saudita, circondata dal glamour della famiglia reale. Il gioco sarà quello di provare a scambiarsi i ruoli. Con Amina che desidera con tutta se stessa la libertà e Sonia che sogna una vita migliore e si ritrova imprigionata tra i veli di Amina.

Quanto è utile mettersi nei panni di un’altra?
«
Senza gli altri non siamo nessuno. Lo ha detto un filosofo spagnolo: «Io sono io e le mie circostanze». Tuttavia quando Sonia entra nella vita intima di Amina e deve guardare la realtà attraverso i suoi occhi, quando si ritrova costretta a lottare per poter tornare a essere se stessa, capisce che le piccole cose della sua vita, come uscire da sola di sera, ballare o fare l’amore con chi le va, non hanno prezzo».

Che tipo di corrispondenza ci può essere tra donne tanto diverse?
«
L’aver bisogno l’una dell’altra. La vita presa in prestito di Amina dà a Sonia molte chiavi di lettura sulla propria esistenza, che fino a quel momento considerava insignificante. E Amina probabilmente impara, come le principesse che nella realtà vogliono fuggire dai loro palazzi, che la libertà non è gratis e che comporta molto disagio e molto dolore».

Quasi sempre il desiderio di fare a cambio con qualcun altro nasce dall’invidia, soprattutto in una società dominata dai social. C’è un antidoto contro questo? 
«
Il miglior antidoto è pensare seriamente di prendere il posto della persona che si invidia. Ti piacerebbe davvero che i suoi figli fossero tuoi? Andare a letto con suo marito? E, peggio ancora, se quello che tanto invidi in fondo lei lo odia? Io dopo aver scritto il romanzo e aver visto tutto ciò che succede ad Amina e a Sonia non farei a cambio neppure con una me stessa molto più giovane. Insomma, l’invidia è una cattiva consigliera perchè non ti permette di vedere la realtà».

ANTONELLA FIORI

Articoli Correlati
Libri