Sport

Lazio, caos tamponi Il Napoli alla guerra legale

Calcio e Covid

CALCIO Caos tamponi attorno al caso-Lazio. La Procura di Avellino, che indaga sul titolare di Futura Diagnostica, ha dovuto smentire ufficialmente le notizie di agenzia. Secondo queste ultime, i tamponi del 6 novembre, che i pm avevano fatto “riprocessare” all’ospedale irpino Moscati, avrebbero dato i seguenti risultati: confermata la negatività per Immobile e Leiva, positività invece per Strakosha (che però non era nemmeno convocato per la partita “incriminata”, quella contro la Juve). La smentita del pm D’Onofrio è arrivata a stretto giro: «Al momento i risultati dei tamponi non sono ancora pronti. I risultati si sapranno solo al deposito della relazione del consulente tecnico della Procura. Ci vorrà ancora qualche giorno perché i tamponi sono ben 95...».

Sul caso Juve-Napoli ci si sta preparando a una battaglia legale. Per Grassani, legale del club, l’accusa di slealtà, oltre a essere gravissima, è infondata, e preannuncia che andrà «avanti con i ricorsi, eventualmente anche attraverso la giustizia amministrativa». Il terzo grado, il Coni, è solo di “legittimità”, un po’ come la Cassazione, quindi lascia davvero poche speranze ai partenopei.

METRO

Articoli Correlati
Sport