Fatti&Storie

Covid, contagi giù Sos assembramenti

ROMA CORONAVIRUS

ROMA Calano ancora i contagi nel Lazio, che ieri ha registrato 2.153 novi casi di Covid 19 (336 in meno di domenica) con un nomero stazionario di decessi (16) e 241 persone ufficialemente guarite ieri (110 in più rispetto al giorno prima). A Roma i nuovi contagi accertati sono stati 1.132 (domenica erano 1.195), ma occorre anche ricordare che i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati oltre 22 mila, duemila in meno rispetto al giorno prima.

Ma preoccupano i vertici della sanità laziale i tanti assembramenti a cui si è assistito nel week end, con via del Corso presa d’assalto e la ressa sul litorale, tanto che l’assessore regionale alla Salute Alessio D’Amato ha ammonito: «Si fa presto a far diventare il Lazio zona rossa». Sulla stessa linea il governatore del Lazio Nicola Zingaretti: «Forse non tutti hanno ben chiari i rischi. La via più efficace  per contenere i contagi è nei comportamenti individuali. Se vedete assembramenti allontanatevi».

Tra i problemi causati dal Covid anche l’intasamento delle ambulanze, impegnate nel ricoverare i malati con ore di attesa davanti ai pronto soccorso e inevitabili ricadute sugli altri interventi: ieri mattina (come si vede nell'immagine) uno scooterista di 56 anni vittima di un incidente stradale in via dei Frentani è rimasto sdraiato sull’asfalto per due ore in attesa di un’autoambulanza, come segnalato dall’agenzia di stampa Nova.

Articoli Correlati
Fatti&Storie