Sport

La Juve si aggrappa a Chiellini e CR7

Calcio

CALCIO Si dice che due indizi fanno una prova. La Juventus di Andrea Pirlo non ingrana, dopo il pareggio interno in campionato contro il Verona è arrivata anche la prima sconfitta in Champions League contro un Barcellona dato in crisi fino a ieri sera. Ancora una prova opaca quella dei bianconeri, in cui ancora una volta è emerso uno scarso equilibrio fra attacco e difesa. E’ vero che ad Alvaro Morata sono stati annullati dal Var 3 gol per fuorigiochi millimetrici, ma il migliore dei bianconeri è stato Szczesny che con le sue parate ha evitato un passivo che poteva essere mortificante. Per fortuna il ko contro i blaugrana non compromette il cammino in Europa, viste le altre due rivali Dinamo Kiev e Ferencvaros nettamente inferiori. «E' un anno di costruzione ma vogliamo raggiungere i risultati, ci vorrà un pò più di tempo ma vogliamo arrivarci tramite un tipo di gioco che stiamo faticando a fare», ha dichiarato Pirlo nel dopo partita.

La richiesta di tempo sta diventando un mantra per il neo tecnico bianconero, ma andando avanti di questo passo non è detto che la Juve possa garantirglielo. E’ vero che storicamente il presidente Andrea Agnelli è restio ai cambi in corsa, ma eventuali risultati negativi in serie potrebbero essere fatali. Fondamentale per Pirlo sarà recuperare il prima possibile tutti i big al momento fuori fra infortuni e Covid, da Chiellini ad Alex Sandro, da De Ligt fino ovviamente a Cristiano Ronaldo. Come accadde nel 2015 quando la Juve di Allegri si ritrovò anche a -11 dalla vetta, saranno proprio i campioni più rappresentativi a dover dare l’esempio ai più giovani per cambiare passo. In tal senso sono importanti le parole sui social di Leonardo Bonucci: "E' attraverso le sconfitte che si cresce anche nella vita e la partita di questa sera ci ha insegnato molto. A Crederci di più. A Lavorare di più. A Combattere di più".

Una prima buona notizia per Pirlo è arrivata dall’allenamento di oggi, a cui ha preso parte anche Giorgio Chiellini. Il capitano bianconero potrebbe ritrovare il suo posto al centro della difesa già domenica pomeriggio contro lo Spezia, concedendo così un turno di riposo a Bonucci. Contro i liguri potrebbe tornare fra i convocati anche De Ligt e rientrerà dalla squalifica Federico Chiesa. Per quanto riguarda Ronaldo, invece, bisognerà attendere il prossimo tampone. Il campione portoghese ha dovuto assistere dalla tv al gol del suo arci rivale Leo Messi all’Allianz e sicuramente questo affronto gli avrà messo ancora più voglia e determinazione per tornare il prima possibile in campo. «Ronaldo sappiamo cosa sta provando, stando bene vorrebbe spaccare il mondo e non saltare queste grandi partite», ha detto il vicepresidente Pavel Nedved. D’altronde senza CR7 la Juve non sa più vincere, per questo il suo rientro è atteso da Pirlo come un sorso d’acqua nel deserto.

LAPRESSE

Articoli Correlati
Sport