Fatti&Storie

Covid: negli ospedali arrivano i tendoni

TORINO

salute Altro giorno nero per i contagi in Piemonte. Ieri ne sono stati registrati 2.585 in più (il giorno prima erano 2.458), dei qauli il 45% asintomatico, e si supera la soglia dei 65 mila positivi da inizio pandemia, di cui più di 32 mila guariti. Stando all’ultimo bollettino dell’Unità di crisi regionale, si registrano altri 27 decessi. 
La preoccupazione ora è per i ricoveri:  nelle terapie intensive sono arrivati altri 11 pazienti e si sfiorano i 150 totali, ma anche negli altri reparti i numeri salgono. Proprio per far fronte all’esigenza di posti letto i militari dell’Esercito, su richiesta della Regione, hanno allestito dei tendoni fuori da nove ospedali per potenziarli. I primi due sono già stati montati all’ospedale di Rivoli per il pre-triage con l’intento di alleggerire la pressione sul pronto soccorso. In altri ospedali più periferici, invece,  i pronto soccorso  sono stati chiusi. 
Dei nuovi contagi, 229 si sono registrati  in Rsa e strutture Socio-Assistenziali, sulle quali si  è rivolta l’attenzione del sistema sanitario ma anche della procura. È stato aperto un fascicolo, al momento senza ipotesi di reato, sulla  Rsa “San Giacomo” di Susa che ha 190 posti letto: 81 i positivi tra  gli  anziani e 25 tra il personale, la maggior parte asintomatici. In generale sono oltre una trentina i fascicoli legati all’emergenza. 
Intanto ieri sono stati deliberati interventi per riduzioni, rimborsi o esenzioni sulle tariffe dei servizi educativi. Riaperto anche il Centro operativo comunale per aiutare le persone in difficoltà o che non possono uscire di casa per l’emergenza Covid. Da oggi è operativo numero di emergenza 011 01137777. 
Cristina Palazzo

Articoli Correlati
Fatti&Storie