Sport

Un buon pareggio per la Lazio decimata

Champions League

CALCIO Una Lazio gagliarda, tanto più gagliarda se si considera la “strage” da Covid-19, esce a testa alta da Bruges (con cui resta in testa nel girone). Alla fine è 1-1, da leggere in positivo: dopo il vantaggio iniziale di Correa, al 14’, i biancocelesti subiscono il pari solo su rigore, alla fine del primo tempo, per un intervento di Patric su Rits colto dal Var, rigore che Vanaken non sbaglia. E se nella ripresa gli uomini di Inzaghi hanno un po’ subito l’iniziativa dei belgi (bravo Reina), è anche vero che sono stati capaci di tener loro testa e di sfiorare il colpaccio con Milinkovic-Savic al 77’.

Ma le prospettive sportive devono comunque fare i conti con la bufera del Coronavirus e dei tamponi. La squadra decimata ha fatto dire a Fabio Rodia, responsabile dello staff medico del club: «Nei tamponi di lunedì si sono verificate alcune criticità. Malgrado questo, la società ha messo in isolamento questi casi. Approfondiremo». Insomma, dei tamponi dubbi hanno complicato tutto. Intanto, si medita sul jolly-rinvio per la partita col Torino. Un pensierino è assato per la mente, ma Tare è ancora cauto: «Dobbiamo aspettare tutte le verifiche dei tamponi venerdì e poi tireremo le somme di questa situazione».

METRO

Articoli Correlati
Sport