Sport

La Lazio a Bruges decimata dal Covid

Champions League

CALCIO Lazio in totale emergenza in vista del match di Champions con il Bruges di questa sera. Il numero degli indisponibili è infatti salito a 11 dopo i casi di positività di Immobile, Luis Alberto Lazzari e Djavan Anderson (che ovviamente non sono partiti per il Belgio). In una partita in cui è in gioco il primato nel girone F della,Inzaghi è stato quindi costretto a portare con sé quattro giovani della lista B. La Lazio ha comunque almeno 18 calciatori a disposizione: 15 giocatori di movimento più 3 portieri.

«E' una vigilia diversa rispetto alle altre, ma dobbiamo andare a fare una gara importante contro una squadra che ha vinto la prima gara come noi. Dobbiamo andare oltre l’emergenza, che colpisce tutti». Così Simone Inzaghi. «Cosa mi preoccupa? Il problema principale sarà non poter fare rotazione, bisognerà fare di necessità virtù, avrò pochissimi cambi. Abbiamo giocato tre giorni fa con il Bologna. Ma questo è il momento, bisogna andare avanti», ha spiegato il tecnico ai microfoni di Sky Sport. «Dobbiamo dare seguito all’ottimo esordio con il Dortmund. Sarà una gara complicata. Loro sono una squadra fisica, con un ottimo centrocampo. Servirà una partita molto intensa, in Europa sappiamo che i ritmi sono alti, dovremo cercare di portare a casa un risultato positivo». «Muriqi titolare? In attacco ho lui, Caicedo e Correa, due inizieranno e l’altro andrà in panchina», ha concluso.

 

Articoli Correlati
Sport