Fatti&Storie

Spagna, stato di allarme Il Belgio chiude tutto

Coronavirus

In Spagna il Consiglio straordinario dei ministri ha approvato un nuovo stato di allarme della durata di 15 giorni. Lo ha annunciato il premier, Pedro Sanchez. Imposto anche il coprifuoco dalle 23.00 alle 6.00 in tutto il Paese, con l'eccezione delle isole Canarie. Sanchez ha spiegato dato la possibilità alle comunità autonome di ritardare oppure anticipare di un'ora l'inizio del coprifuoco. E' il terzo stato di allarme approvato in Spagna dall'inizio della pandemia di coronavirus. Il premier spagnolo ha annunciato l'intenzione di prolungare lo stato d'allarme fino al 9 maggio 2021.

Belgio.  Dati in aumento per la diffusione del Covid in Belgio, dove ieri è stata decisa una ulteriore stretta sulle misure di contenimento con la chiusura di bar e ristoranti e l’anticipo del coprifuoco alle 22. Nelle ultime 24 ore, sono state ricoverate in ospedale 590 persone, un numero che si avvicina al massimo di 629 registrato durante la prima ondata del virus, la scorsa primavera. La media giornaliera ha raggiunto quota 433, +85% rispetto a una settimana fa. In media, in una settimana si sono registrati quasi 12 mila nuovi casi al giorno, ovvero il 50% in più rispetto alla precedente. In tutto, dall’inizio della pandemia i contagi in Belgio sono stati 305.409, e i decessi 10.737, che fanno del paese da 11 milioni di abitanti uno di quelli con la più elevata proporzione contagiati/popolazione.

Germania. La Germania ha registrato 11.176 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, un dato notevolmente inferiore al nuovo massimo di 14.714 casi registrato ieri, quando il picco era anche dovuto all'accumulo di dati risalenti a giorni precedenti, mentre non tutti i "laender" comunicano i propri dati durante i fine-settimana. In ogni caso, la cifra di oggi è circa il doppio rispetto a quella di una settimana fa. I numeri totali dall'inizio della pandemia sono 429.181 casi confermati e 10.032 morti, 29 in più in un giorno. Il numero di contagi per ogni 100 mila abitanti negli ultimi 7 giorni è di 74,9.

Usa. La seconda ondata della pandemia da Covid-19 sta colpendo anche gli Stati Uniti, che per il secondo giorno consecutivo registrano un numero record di persone contagiate. L'ultima cifra è pari a 88.973 casi ufficiali, contro i 79.963 del giorno precedente. Il totale dall'inizio dell'emergenza è superiore agli 8,575 milioni di casi confermati, che ne fanno il Paese più colpito al mondo. La situazione più critica riguarda ora il nord e il Midwest degli Usa; un aumento di casi è segnalato da 35 dei 50 Stati. Anche il numero dei decessi giornalieri è elevato, con 906 vittime nelle ultime 24 ore; il totale sfiora ormai i 225 mila, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Articoli Correlati
Fatti&Storie