Spettacoli

Ensi: «La mia musica oggi è come una palla impazzita»

Nuovo ep

MILANO«Con questo lavoro sono uscito dalla mia comfort zone perché solo chi muore non sente prima o poi la necessità di cambiare. Ho mantenuto i capisaldi del mio rap ma ho cercato di cambiare molte pedine, a cominciare dai produttori a cui mi sono affidato».

Lo presenta così Ensi il nuovo ep in uscita oggi che si intitola proprio “Oggi”.

Dopo un anno dall’ultimo lavoro discografico registrato in studio, e dopo i due singoli che hanno anticipato l’uscita di “Oggi” - “Specialist” e “Mari” - Ensi riprende da dove era rimasto per proseguire nel presente.

«Mi piace pensare alla mia musica come ad una palla lanciata nel baseball - spiega - che fino ad un certo punto sembra andare in una direzione e poi, all'improvviso, va da un'altra parte. La mia generazione mi porta ad essere una sorta di giovane veterano del rap, perché sono tra quelli che sono nati nell'era digitale ma che ancora hanno conosciuto l'analogico». 

La raccolta si apre con  “090320” (prodotto da Kanesh),  l'intro del progetto. Il titolo si riferisce alla data di inizio del lockdown e rimarca il desiderio del rapper di includere nell’ep un riferimento al momento difficile che si è vissuto, durante il quale l'artista ha attuato una  riflessione riversata nel testo come un flusso di coscienza. 

Poi arriva “Clamo” ovvero “clamoroso”, con le   collaborazioni di Dani Faiv e Strage. Il brano successivo è “Mari” feat. Giame, prodotto da Andry The Hitmaker. Poi, ancora, “Specialist”, “Non sei di qua” e “Giù le stelle”. 

P.P.

Spettacoli